EHI BOOK! – Genova, 10 anni dopo, in ebook


Dieci anni fa, ai tempi del G8 di Genova, l’ebook non esisteva. E non esisteva nemmeno nel 2007, quando Roberto Ferrucci pubblicò da Marsilio il suo Cosa cambia, memoria-romanzo dedicato ai fatti del 2001 cui assistette in prima persona. Oggi Ferrucci, scrittore di cui ehi book! ha già raccontato la propensione a curiosare tra le nuove tecnologie, ha scelto di riproporre il suo libro solo in versione elettronica (a 4,99 euro). Più semplice (e meno economicamente impegnativo) per l’editore, più funzionale per l’autore, che ha potuto inserire senza alcuno sforzo una nuova introduzione di Antonio Tabucchi, scritta per l’edizione francese del libro.

Come tutti i libri usciti più di recente, invece, La ferita – dell’inviato del “Corriere della Sera” Marco Imarisio – è stato pubblicato da Feltrinelli sia in versione cartacea che in versione elettronica (a 9,99 euro), in formato ePub ma anche Pdf (e questo è un argomento sui cui ehi book! tornerà nei prossimi giorni).

Anche Imarisio c’era, ma rispetto a Ferrucci (che sul G8 ha girato e montato anche un video) ha optato per una scelta stilistica e di contenuti completamente diversa. La ferita alterna il racconto degli eventi quei giorni (i cortei, gli incidenti, gli errori, i soprusi, le violenze, le bugie, i processi) con la ricostruzione del mondo politico e culturale da cui nacque il movimento no global e che, secondo Imarisio, proprio a Genova subì un colpo decisivo per la sua successiva esistenza. Il che spiega perché poi il cronista ne segua la dispersione e lo sfaldamento negli anni a venire. Fino a poco fa, agli incidenti davanti a Montecitorio del dicembre 2010, in occasione del voto di fiducia al governo Berlusconi dopo l’uscita di Futuro e libertà dalla maggioranza di centrodestra. L’analisi politologica, quindi, accompagna (e si alterna con) la rievocazione dei momenti più drammatici del 2001, scelta rinforzata dal fatto (ampiamente documentato e raccontato) che i processi relativi a quegli avvenimenti hanno seguito un loro percorso parallelo nel tempo: la sentenza d’appello sulle violenze alla scuola Diaz è del maggio 2010. A proposito di storie che da quel 2001 arrivano a oggi: Imarisio racconta quella della mano misteriosa che prelevò dal selciato di piazza Alimonda un pugno di segatura intrisa del sangue di Carlo Giuliani. E svela a chi appartiene quella mano. Genova 2001 è stato anche questo.

via EHI BOOK!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...