Il tablet Fire «brucia» il Kindle?


Che l’arrivo sul mercato del Kindle Fire avrebbe scatenato un vero e proprio «incendio» di commenti e polemiche era facile da prevedere. Quanto fuoco effettivamente ci sia dietro la cortina di fumo innalzata dalle stime contrastanti degli analisti, invece, è praticamente impossibile dirlo tanto più che il tassello più importante – i dati di vendita dei Kindle di Amazon – continua a mancare.

Al centro delle ultime analisi le vendite del Fire che parrebbero in futuro avere un impatto negativo su quelle dei Kindle più tradizionali. Sostanzialmente le opinioni degli analisti si dividono tra coloro che sono convinti che i tablet a colori a basso prezzo (come il Fire di Amazon) finiranno presto per cannibalizzare il mercato degli e-readers in bianco e nero e coloro che invece ritengono che tablet e e-reader siano oggetti profondamente diversi, rivolti ad un bacino di acquirenti differenziato e indirizzati a mercati distinti.

Secondo alcuni esperti, però, prima di lasciarsi andare a facili pessimismi, si deve tener conto che gli utenti dei tablets non usano i loro device solo per leggere e-book ma, al contrario, tendono a acquistare diverse tipologie di contenuti. Ci sono quindi ottime possibilità che tablet ed e-readers continuino a coesistere pacificamente in quanto indirizzati a segmenti biforcati del mercato, ognuno con le proprie caratteristiche e i propri vantaggi – nel caso degli e-readers si pensi allo schermo antiriflesso e al prezzo competitivo.

E tuttavia un grido d’allarme pare già innalzarsi dalla pubblicazione dei dati sulle vendite della E Ink Holdings, la compagnia che fornisce gli schermi per i Kindle in bianco e nero. Sembra infatti che le vendite del dicembre 2011 siano più basse di un buon 57% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La conclusione? Sempre meno persone stanno comprando e-readers da quando tablets a basso prezzo – quali il Kindle Fire di Amazon e il Nook Tablet di Barnes & Noble – hanno fatto il loro ingresso sul mercato.

A questo proposito è interessante la nuova promozione recentemente annunciata da Barnes & Noble: coloro che acquisteranno un anno di abbonamento al New York Times – nella versione per Nook – potranno avere il Nook Simple Touch in bianco e nero gratis.
Questo sembra essere solo l’inizio di una strategia di marketing che prevede, da parte dei grandi distributori, la concessione di device gratuiti per vendere i propri contenuti. Non stupirà quindi la possibile proliferazione di altre iniziative simili (un Kindle scontato per gli iscritti ad Amazon Prime magari?).

Il risultato di una simile tattica si tradurrebbe in un sempre più ampio bacino di utenti che si servono di device dedicati alla lettura in digitale pur non avendoli acquistati in prima persona.

Da “Giornale della Libreria”

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in E-book e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...